Trattamento termico bevande

A DUE progetta e costruisce gruppi di pastorizzazione per sciroppo finito, bibita finita, succo di frutta, thè, passata di pomodoro, con capacità variabile dai 500 ai 60.000 l/h, per riempimento a freddo, a caldo o in asettico.

Le bevande finite possono richiedere un idoneo trattamento di stabilizzazione chimico-fisica e microbiologica, che può prevede fino a tre distinte fasi: deareazione, omogeneizzazione e pastorizzazione.

A DUE studia e realizza sistemi idonei ad eseguire i trattamenti di cui sopra e, nel caso specifico della pastorizzazione, ha nel suo portfolio un ampia gamma di soluzioni per le più svariate esigenze.

I gruppi di pastorizzazione A DUE prevedono l’esecuzione con scambiatori di calore a piastre o a tubi; grazie allo studio di un particolare sistema a ricircolo è possibile garantire un recupero energetico superiore al 90%.

I gruppi di pastorizzazione A DUE sono inoltre progettati per gestire al meglio i surplus (variabili dal 5%  fino al 100%) provenienti dalla riempitrice.

La deareazione consiste nel rimuovere l’ossigeno, responsabile di fenomeni ossidativi dannosi.
Nel caso dei succhi di frutta, la deareazione consente di migliorare gusto, aspetto e conservabilità del prodotto: infatti l’eliminazione dell’ossigeno previene la degradazione della vitamina C, facilita il processo di riempimento e prolunga la shelf-life del prodotto.

L’omogeneizzazione consiste nel ridurre e standardizzare la dimensione delle particelle di prodotti fluidi, per renderli più stabili e per ottenere un gusto e una consistenza migliori.

Infatti la micronizzazione riduce il peso delle particelle, aumentandone la stabilità in sospensione e evitando la separazione tra fase liquida e fase solida.

In questo modo è possibile ridurre l’uso di agenti emulsionanti e di additivi.

Il prodotto viene fatto passare attraverso una speciale valvola omogeneizzante progettata per generare pressione; l’energia associata agli effetti fluido-dinamici che si vengono a creare (turbolenza, cavitazione, accelerazione, impatto e forze di taglio) consente la micronizzazione delle particelle.

L’utilizzo di omogeneizzatori ad alta pressione consente di trattare prodotti liquidi con particelle disperse o sospese di dimensioni anche estremamente variabili, ottenendo particelle micronizzate con dimensioni contenute nell’intervallo 0,4- 1 micron.

La pastorizzazione consiste nella stabilizzazione microbiologica del prodotto attraverso un trattamento termico mirato.

Una corretta pastorizzazione consente di ridurre anche i conservanti necessari per garantire la shelf life del prodotto.

La carica microbica nella bevanda a base frutta è correlata alle materie prime (contaminazione dei i prodotti ortofrutticoli per effetto di terreno, polvere, acque di lavaggio), all’ambiente (aria confinata, strutture, fattori climatici, muffe/lieviti, insetti) e all’igiene dei processi (raccolta, trasporto, lavaggio, trasformazione).

I principali microrganismi contaminanti sono lieviti e muffe, ma si possono trovare anche batteri (acetici, lattici e sporigeni).

A causa dell’acidità raramente nei succhi e nei soft drinks si trovano microrganismi patogeni.

EASY.ThermP - Pastorizzatori a piastre

foto scheda tecnica pastorizzatore small
EASY.ThermP
Gruppi di pastorizzazione per sciroppo di zucchero semplice, sciroppo finito, bibita finita, succhi di frutta.

Adatti al trattamento di bevande piatte e/o gassate limpide o contenenti fibre di piccola dimensione in basse percentuali.

Per tutte le tecnologie di riempimento: a freddo, a caldo, ultra clean.

Capacità nominale: 500 ÷ 60.000 l/h.

foto scheda tecnica pastorizzatore small

Precisione sosta termica: ± 5%.

Temperatura pastorizzazione regolabile tramite HMI. Tollerance: ± 1°C.

Temperatura in uscita regolabile tramite HMI. Tolleranza: ± 1°C.

Recupero energetico fino a 90% (riempimento a freddo).

foto scheda tecnica pastorizzatore small

Tipologia Piastra: standard;  passaggio ampio; free flow.

foto scheda tecnica pastorizzatore small

Integrabile con deareatori in vuoto con recupero aromi, omogeneizzatori, serbatoi di ridosaggio.

Risparmio consumi acqua e energia elettrica.

In caso di successivo tunnel di raffreddamento contenitori piena integrazione con addizionale recupero energetico.

EASY.ThermT - Pastorizzatori tubulare

fosto scheda tecnica pasto tubularesEASY.ThermT

Gruppi di pastorizzazione per sciroppo finito, bibita finita, succhi di frutta.

Adatti al trattamento di prodotti viscosi, contenenti pezzi, polpe e fibre.

Per tutte le tecnologie di riempimento: a freddo, a caldo, ultra clean.

Capacità nominale: 500 ÷ 60.000 l/h.

fosto scheda tecnica pasto tubulares

Precisione sosta termica: ± 5%.

Temperatura pastorizzazione regolabile tramite HMI. Tolleranza: ± 1°C.

Temperatura in uscita regolabile tramite HMI. Tolleranza: ± 1°C

fosto scheda tecnica pasto tubulares

Tipologia tubo a superficie liscia, corrugata, doppia corrugazione, bugnata.

Configurazioni: monotubo; multitubo; tubi concentrici.

fosto scheda tecnica pasto tubulares

Integrabile con deareatori in vuoto con recupero aromi, omogeneizzatori, serbatoi di ridosaggio.

Risparmio consumi acqua e energia elettrica.

In caso di successivo tunnel di raffreddamento contenitori piena integrazione con addizionale recupero energetico.

EASY.ThermA - Gruppi di sterilizzazione prodotto finito

foto scheda tecnica sterilizers
EASY.ThermA

Gruppi di sterilizzazione per prodotto finito (bevande piatte, isotonici, succhi di frutta e nettari) per il successivo riempimento in asettico.

Adatti al trattamento di prodotti viscosi, contenenti pezzi, polpe o fibre. Sistemi composti per riempimento a due stadi (liquido + solido).

Per tutte le tecnologie di riempimento in asettico.

Capacità nominale: 500 ÷ 60.000 l/h.

foto scheda tecnica sterilizers

Precisione sosta termica: ± 5%.

Temperatura di sterilizzazione regolabile tramite HMI. Tolleranza: ± 1°C.

Temperatura in uscita regolabile tramite HMI. Tolleranza: ± 1°C.

Tempo massimo di approntamento per il riempimento prodotto 2 ore.

Recupero termico fino a 90% (PHE riempimento a freddo).

Risparmio di circa l’80% del vapore utilizzato durante la fase di sterilizzazione.

Riduzione del 20% delle perdite di prodotto durante le spinte.

foto scheda tecnica sterilizers

Controllo pressioni differenziali positive in ogni fase.

foto scheda tecnica sterilizers

Integrabile con deareatori in vuoto con recupero aromi, omogeneizzatori, serbatoi asettici.

Risparmio consumi acqua e energia elettrica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi